Saltar al contenido

Natale in Italia

Mercadillo de Navidad de Roma

L’Italia è uno dei paesi dove il Natale è più celebrato, e dove troviamo festeggiamenti e usanze natalizie radicate nella società italiana, ricche di simboli come i presepi e la Befana.

In uno scenario da favola, molte piazze e paesi d’Italia si trasformano con luci e colori caratteristici di un tempo magico, un evento molto speciale per bambini e adulti: il Natale.

Presepi viventi, cornamuse e canti natalizi animano i quartieri delle città, le luci natalizie adornano le strade e trasmettono una sensazione di gioia e serenità.

Di seguito proponiamo un viaggio attraverso gli eventi e le tradizioni del Natale in Italia, un tour delle grandi città che si vestono al meglio per presentare il Natale 2011:

Natale a Milano

Milano Il centro storico e la piazza del Duomo saranno i protagonisti indiscussi di questo festival, con un’atmosfera magica grazie all’illuminazione che ricopre la città. Musica, spettacoli e intrattenimento accompagneranno i cittadini per le strade di Milano per un Natale ricco di sorprese ed eventi speciali.

Da non perdere: La Città delle Meraviglie nei Giardini di Porta Venecia, che ospita una pista di pattinaggio su ghiaccio, mercatini di Natale e zona shopping.

Natale a Firenze

Firenze è ogni anno una delle mete ideali per vivere il Natale in Italia. Le strade del centro di Firenze sono addobbate con luci, mercatini di Natale e dolci natalizi.

Tra gli eventi natalizi a Firenze troviamo i tipici mercatini, con aree speciali per i bambini, eventi speciali come concerti e spettacoli per tutti coloro che visitano Firenze.

Segnaliamo il “Florence Noel”, un appuntamento alla stazione Leopoldo di Firenze con un mercatino di oggetti natalizi ideale per questa festa.

Natale a Roma

All’indirizzo RomaCome ogni anno, il Natale è vissuto in modo speciale, sia sotto l’aspetto religioso che per le attività che inondano la città: troveremo musica e luci natalizie nelle vie più antiche del centro storico di Roma.

Tra le proposte più interessanti abbiamo la Mostra dei 100 Presepi, una mostra ricca di queste opere d’arte, simbolo per eccellenza del Natale in Italia. La mostra è visitabile presso le Salle di Bramante in Piazza del Popolo.

In Piazza Navona si celebra il tradizionale mercatino di Natale ricco di simboli tipici del Natale come la Befana, figure di presepi e addobbi.

Natale a Napoli

NapoliCittà ricca di opere d’arte e luoghi di grande interesse culturale, a Natale trasmette un’atmosfera unica e irresistibile: in tutte le vie del centro si può assaporare l’atmosfera natalizia, dove si possono visitare anche le botteghe artigiane del presepe, in via San Gregorio Armeno. Questi laboratori sono aperti tutto l’anno, ma durante questo periodo ricevono centinaia di turisti che visitano Napoli a Natale.

Natale ad Assisi

Assisi, una città speciale che offre sempre un’aria quasi mistica, con l’arrivo di queste vacanze il caldo e la magia si impadroniscono della città. Particolarmente interessanti sono i riti celebrati nei santuari francescani in onore di San Francesco inventore del presepe: in tutte le chiese e piazze sono esposti presepi di stili diversi.

Nel 1223, San Francesco per la prima volta decise di costruire una capanna e di rappresentare con l’aiuto dei cittadini di Greccio, la natività, e così nacque la prima mangiatoia della storia.

Questa tradizione è stata accolta da tutta la cristianità, e ad Assisi ogni anno, oltre ad altri presepi, davanti alla Basilica Superiore si trova il presepe di Colle Paradiso, semplice e bello, che celebra la nascita di Cristo.

I più famosi mercatini di Natale

In questo clima natalizio non potevano mancare i mercatini di Natale, uno degli eventi più attesi da giovani e meno giovani d’Italia. Gli stand per gli articoli natalizi si trovano nelle principali piazze italiane:

Mercatino di Natale di Vipiteno: Situato in una cittadina medievale, il mercatino di Natale di Vipiteno si trova nel centro della città e dispone di bancarelle dedicate alla gastronomia, tra cui le squisite statuette artigianali del presepe.

Sant’Agata di Feltria si trasforma nel villaggio di Natale, con la casa di Babbo Natale al centro della piazza.

A Bolzano, in piazza Walter, possiamo goderci le capanne di legno del Christkindlmarkt, tra musica e dolci tipici natalizi come lo “zelten”.

A Brunico il Natale si tinge di bianco: il mercatino di Natale ci offre oggetti decorativi e gastronomia in un ambiente innevato.

Bressanone è, insieme a Bolzano, uno dei mercatini di Natale più caratteristici dell’Alto Adige. Con impressionanti sculture di luce, eventi culturali, visite guidate e tipiche capanne locali, il mercato offre gastronomia, artigianato e oggetti e personaggi decorativi.

All’indirizzo Venezia Il Mercatino di Natale è il secondo evento più importante dopo il Carnevale, con bancarelle di Natale sparse per la città che offrono ai visitatori dolciumi e articoli natalizi.

Bologna festeggia ogni anno la Fiera di Santa Lucia, un’antica tradizione con la storia: fino alla caduta delle truppe napoleoniche, la fiera si svolgeva davanti alla chiesa di Santa Lucia. Dopo il 1796, il mercato fu trasferito nel portico di Santa Maria dei Servi, dove si tiene ancora oggi. In questa fiera possiamo trovare dolci natalizi, torroni, figure di presepi e altri oggetti natalizi.

Nella città di Romeo e Giulietta per eccellenza, Verona Inoltre, vengono allestiti diversi mercatini di Natale, come il mercato di Norimberga in Piazza Dante, con uno stand enogastronomico, e il mercatino di Natale in Piazza Brà e Via Roma.

I presepi in Italia

La tradizione dei presepi è indissolubilmente legata al Natale. Possiamo parlare di due stili: la mangiatoia storica (o orientale) dove sono rappresentati l’ambiente, gli edifici, i personaggi e gli abiti della Palestina del tempo di Gesù; e la mangiatoia “popolare”, dove l’ambientazione non è così rigida e si lascia all’operatore della mangiatoia, che decide come combinare le figure.

Il presepe più riprodotto e conosciuto è quello di Napoli, che si divide in tre scene: l’annunciazione ai pastori; la Natività costituita dalla Betlemme e dalle immagini di Giuseppe, Maria, Gesù, gli animali e gli angeli che custodiscono la stalla; più le scene pagane del mercato, della fontana, dell’osteria, delle lavandaie, ecc

Natale in Sicilia, alla ricerca della mangiatoia siciliana

In occasione delle vacanze di Natale, alcuni villaggi di Sicilia si trasformano in mangiatoie viventi, dove gli stessi abitanti si vestono con antichi costumi e rappresentano antichi mestieri. Il presepe vivente più antico si trova a Custonaci, in provincia di Trapani, all’interno della grotta Mangiapane.

A Longi i presepi sono accompagnati da canti natalizi in siciliano e da strumenti antichi come la “zampogna a chiave”, una sorta di cornamusa usata a Monreale o la “Zampogna a paio” che suona a Licata.

A Caltagirone troviamo presepi realizzati prima in argilla, e poi in ceramica, una tradizione popolare che è sopravvissuta al passare dei secoli. In passato, i Santari e i Pastuari modellavano e coloravano le figure della Natività, realizzando “Bambinelli”, utilizzando cera e “scaffarate”, cioè la rappresentazione della Natività su una lastra di vetro ed esposta per tutto il periodo natalizio.

Molto apprezzati i presepi rinvenuti nella cripta dei Cappuccini a Noto e sulla scalinata di Santa Maria del Monte. A Ispica, il presepe del XVIII secolo si può vedere nella chiesa di Santísima Annunziata.

Altri esempi di presepi siciliani si trovano nella città barocca di Scicli, dove nella Chiesa di San Bartolomeo si trova uno dei più antichi presepi danneggiati da un terremoto. A Trapani fanno abbeveratoi di corallo pregiato.

A Catania c’è un presepe i cui personaggi sono fatti di una pasta speciale, ricoperta di vernice resinosa, di proprietà del barone Scammacca nel XVIII secolo.